Awineandsiena Wine&Siena, evento organizzato da WineHunter nella bellissima città del Palio, lo scorso fine settimana negli ampi saloni del Santa Maria della Scala, mi sono presentato per l’ ennesima volta al banco d’ assaggio dell’ azienda Vecchie Terre di Montefili, oltre a degustare i vini, è sempre piacevole scambiare qualche parola con il Direttore Commerciale Stefano Toccafondi. Ho visitato con enorme piacere l’azienda nel maggio del 2018.

L’azienda si trova a Panzano all’ interno dell’areale “Chianti Classico” nel comune di Greve in Chianti, in provincia di Firenze. Questa  è un area  di bellezza unica e straordinaria, a 500 m slm, si gode di una vista fantastica e la quiete regna sovrana. Il nome deriva dal vecchio Castello Montefilippi, che è andato in rovina nel periodo di lotta tra Guelfi e Ghibellini. La famiglia si ritirò definitivamente a Firenze e dopo poco il Castello incominciò a crollare, tuttavia ha dato vita ad alcune costruzioni in zona con le macerie che i vicini si  procurarono. Il vigneto più vecchio è del 1975, il vitigno Principe è il Sangiovese. La vecchia e la nuova proprietà hanno creduto e credono in questo straordinario vitigno. I dodici e mezzo ettari vitati sono tutti quasi interamente dedicati a questo vitigno, tranne un piccola parcella di Cabernet Sauvignon.

IMG_20180522_151033.jpg

A breve partiranno i lavori per la realizzazione della nuova cantina che andrà a migliorare ogni pratica che il vino necessità con meno fatica . L’azienda non possiede nessuna certificazione bio, ma conduce il tutto in maniera più naturale possibile sia nei vigneti che in cantina. Il suolo è ricco di argilla, ma a circa quaranta cm di profondità è ricco di galestro. Le rese per ettaro attuali sono veramente molto basse e tutta la qualità si ritrova nel calice.

infinite_story_gallery_02

Note di degustazione di due vini da me degustati a Wine& Siena:

Anfiteatro Igt 2015, prodotto dalla vigna storica di Sangiovese, piantata nel 1975, questo vino rappresenta Vecchie Terre di Montefili in tutta la sua storia. Si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino, abbraccia una buona trasparenza, al naso è complesso e sprigiona eleganti note di viola, di ciliegia di prugna e di pepe nero.Al gusto è piacevolmente tannico, sapido ed avvolgente, un gran bel sorso lungo e duraturo.

Bruno di Rocca Igt 2015, Ottenuto da Cabernet Sauvignon e Sangiovese,  si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino, con sfumature che virano verso il granato, quasi impenetrabile, al naso libera sentori di liquirizia , di cacao di caffè, di tabacco e di confettura di frutta rossa. Al gusto ti sorprende per la sua anima rotonda e sapida. Un vino di buona struttura e molto ben riuscito.

img_20200201_1404371892787658239414777.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.