Quintodecimo

Questo Vinitalygif-vinitaly mi ha fatto approfondire la conoscenza dell’azienda vitivinicola Quintodecimo. Da oltre un decennio conosco i loro vini, e ho avuto l’occasione di degustarli in altre Kermesse. Ignaro delle proprietà, vengo a conoscenza che appartiene a Luigi Moio, colui che ha scritto il libro di successo “Il Respiro del Vino”. Nel loro stand ho degustato i loro eccellenti vini, uno meglio dell’altro e conversato con la moglie Laura. La Tenuta Quintodecimo si trova in Irpinia, a Mirabella Eclano, nel cuore dell’areale della Docg Taurasi. I vigneti sono veri e propri giardini, con conduzione di agricoltura biologica. Luigi Moio ha ereditato la passione dal padre, anch’esso produttore di vini. Insieme alla moglie Laura  hanno dato vita nel 2001 ad un progetto ambizioso: produrre grandi vini. A mio avviso ci sono ampiamente riusciti e nel calice si avverte tutta la straordinaria qualità dei vini da loro prodotti. Seguono note di degustazione dei vini da me assaggiati alla 53esima edizione di Vinitaly.

quintodecimo.jpeg

Via Del Campo 2018 Falanghina, si presenta nel calice con una tonalità  giallo paglierino tendente al dorato, di grande luminosità. Al naso sprigiona sentori che spaziano da note di mela, ananas, erbe aromatiche e fiori di campo nonché toni salmastri e minerali. Al gusto è fresco, avvolgente e sapido. Chiude con  buona persistenza.

Exultet Fiano d’ Avellino2018 , si presenta nel calice con una tonalità  giallo paglierino brillante con riflessi verdolini. Al naso sprigiona nitidi sentori  di  fiori di acacia, tiglio e timo. Al gusto è fresco, con bei richiami di frutta esotica, buona la mineralità . La sua persistenza è lunga.

Giallo d’Arles Greco di Tufo 2018, si presenta nel calice con una bellissima tonalità giallo paglierino intenso. Al naso sprigiona sentori di confettura di mela cotogna, susina e albicocca. Al gusto è fresco ed appagante, ti colpisce per la sua incredibile persistenza.

Terra d’Eclano Aglianico 2016, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino scuro. Al naso sprigiona bei sentori  di frutti di bosco, prugne, liquirizia, caffè. Al gusto i suoi tannini sono morbidi, fine e persistente. Buon equilibrio ed armonia.

Vigna Quintodecimo Taurasi Riserva 2014, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino scuro. Al naso  è complesso, rimanda sentori di piccoli frutti, spezie e note floreali. Al gusto è intenso e soddisfacente, ricco e ben equilibrato da una bella freschezza. I suoi  tannini  sono nobili, presenti ma  ben levigati. Il sorso ti lascia un finale lunghissimo e fine. Che buon vino.Grande potenzialità di invecchiamento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Pubblicato da

Sono un Maitre/Sommelier, dopo esperienze come all' Hotel Savoy di Londra nasce la passione per il vino .In Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier. Partecipo spesso a anteprime e degustazioni, mi piace approfondire e condividere. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.