Degustazioni Parlando con il Produttore

Ciabot Berton

Diverse volte al Vinitalygif-vinitaly mi sono presentato allo stand di questa azienda Langarola, tuttavia  i produttori mi hanno visto svariate volte con il calice in mano anche ai banchi di assaggio di altre kermesse, le quali hanno luogo in Italia. Per la 53esima edizione del Vinitaly , ho rinnovato la visita ed oltre a degustare è stato bello scambiare qualche parola con il produttore. L’azienda vitivinicola Ciabot Berton si trova nel comune di La Morra, nel cuore della Langhe. Gli ettari vitati sono circa 12. Le vigne si trovano tutte nei prestigiosi cru storici di La Morra: Roggeri, San Biagio, Rive, Cappallotti, Pria e Rocchettevino, sul versante che guarda verso Alba.  L’attuale cantina costruita negli anni 80 si trova nel sito da sempre conosciuto come Ciabot Berton. La cantina si trova in una zona dominante, che permette di godere del meraviglioso paesaggio che si apre sulle colline del Barolo. Nella mia visita di qualche anno fa in Langa, ho soggiornato a La Morra, ed il panorama dal mio balcone era impareggiabile. I vini da me degustati:

ciabot.jpg

Barolo La Morra 2014, nel calice una tonalità rosso granato tenue con riflessi rubino. Al naso sprigiona netti sentori di rosa e viola. Al gusto si avvertono prugna e fico rosso, ma anche  note dolci di spezie e liquirizia, un vino con una piacevole trama tannica e una bella spalla fresca, la persistenza è notevole.

Barolo Roggeri 2014, nel calice una tonalità rosso granato intenso, con riflessi rubino, al naso è complesso e fruttato, con note di prugna, fiori secchi e spezie. Al gusto è piacevolmente appagante, con una trama tannica importante ma al contempo avvolgente. Incredibilmente persistente nel finale.

Barolo Rocchettevino 2013, nel calice una tonalità rosso rubino brillante, con lievi riflessi granato. Al naso  evidenti sentori  fruttati, speziati e floreali, i quali rimandano prugna, ciliegia, pepe, tabacco e viola. Al gusto è molto gradevole, un vino  equilibrato e in perfetta armonia con la trama tannica classica del nebbiolo e la spalla fresca. Molto ma molto persistente nel finale. Grande potenzialità di invecchiamento. Ma che buon vino.

Barolo 1961, annata 2014, nel calice una tonalità  rosso granato con riflessi rubino. Al naso è ampio con sussulti balsamici, a cui si accompagnano sentori di rosa, spezie, frutti rossi e cera.  Al gusto sapido, piacevole, con una trama tannica presente, ma ben amalgamata.  Un vino davvero molto persistente nel finale.

img_20190409_1401417329857101017816597.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.