Antonio Arrighi tra i migliori 100 Vignaioli d’Italia

ANTONIO ARRIGHI È TRA I MIGLIORI 100 VIGNAIOLI D’ITALIA

Il produttore dell’isola d’Elba è tra i 16 toscani selezionati dalla prestigiosa guida del Corriere della Sera

Antonio Arrighi è tra i migliori 100 vignaioli d’Italia, lo affermano Luciano Ferraro e Luca Gardini, due delle voci più autorevoli del mondo enologico, curatori della guida: “I Migliori 100 vini e vignaioli d’Italia 2023” edita dal Corriere della Sera, presentata ieri a Milano.

La guida racconta le storie dei vignaioli che stanno affrontando il cambiamento climatico e le strategie messe in atto dalle cantine per favorire la sostenibilità ambientale e sociale.

Sono solo 16 i vignaioli che rappresentano la Toscana, tra questi Antonio Arrighi dell’omonima azienda situata a Porto Azzurro completamente all’interno del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

“Sono molto fiero di questo importante riconoscimento – afferma Antonio Arrighi – che mette l’accento sul valore enologico dell’isola d’Elba e premia il lavoro di una piccola azienda”.

Arrighi viene menzionato,  non solo per la produzione di Nesos, il vino marino, un esperimento nato con la collaborazione di Attilio Scienza e dell’Università di Pisa che ha fatto rivivere l’antico modo di vinificare dell’isola di Chio, un vino che: “sembra uscito dal gusto di un’ostrica”.

L’altro vino citato  è  Arembapampane Elba Vermentino DOC definito come: “un magnifico vermentino dall’Isola d’Elba che sa di sole e di mare”.

“L’azione verde” messa in pratica dall’azienda consiste, tra le altre, nel recupero di mezzo km di secolari muretti a secco, utilizzando le varie tipologie di pietre presenti sul territorio: un vero e proprio “corridoio ecologico” per la salubrità del terreno.

Un recupero che si incastona splendidamente nell’anfiteatro naturale delle vigne dell’azienda.

Fonte e Contatti stampa:

Daniela Mugnai I COFFEE I danielamugnai.coffee@gmail.com

Pubblicato da

Ho lavorato a lungo in qualità di Maitre d'Hotel e sono un Sommelier Professionista. Dopo esperienze lavorative in Hotels, è all' Hotel Savoy di Londra che nasce la passione per il vino. Dopo aver frequentato il corso vini al Savoy Training Center, al ritorno in Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier con AIS. Mi piace partecipare alle varie kermesse enoiche e degustazioni guidate, approfondire e condividere le mie esperienze in maniera semplice su questo Blog. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Sono curatore di una rubrica su Ristorazione & Ospitalità, rivista ed organo ufficiale dell'AMIRA, la quale mi ha recentemente nominato "Cavaliere dell'Ordine Enogastronomico di Santa Marta ". Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.