Food&Wine in Progress

By Adriano Guerri

Food&Wine in Progress

Ieri alla stazione Leopolda di Firenze, assieme ad amici e colleghi ho partecipato alla 3° edizione di Food&Wine in Progress, bellissima Kermesse organizzata da Ais Toscana e Unione Regionale Cuochi Toscani. In degustazione circa 1000 etichette di 150 produttori toscani, tutti presenti nella Guida vini “Vitae”edita da Ais. Erano presenti anche otto produttori di uno dei vini bianchi più longevi al mondo, ovvero Riesling  della Germania. Programma vario con molti show cooking e un area dedicata a tutti gli amanti di Cocktails curata da Cocktail in the World. Inoltre erano presenti anche in vari stands,  alcuni produttori di vari generi alimentari; olio, formaggio, salumi, pane, dolci etc. Evento ben organizzato, molti visitatori presenti però senza lunghi tempi di attesa ai banchi d’assaggio. Il programma era molto ricco con varie masterclasses, nonchè presentazioni varie. I miei complimenti agli organizzatori di questo evento ben riuscito.

 

Le aziende sono presenti su tutte le varie Docg e Doc di tutta la Toscana, da nord a sud, e proprio nella parte più bassa della Toscana si trovava anche una a breve maggiorenne Orcia Doc, cosituita il 14 febbraio del 2000, presente con azienda agricola Le Buche di Olivi. Degusto 2 vini dell’omonima Doc.

Il 1° Il Coreno Orcia Doc Bianco 2016 , le uve provengono da vigneti che superano i cinquant’anni di età, quelli da cui nasce questo vino, ottenuto da una base di trebbiano, aggiunta di un 20% di malvasia, è elevato per cinque mesi in barrique sui propri lieviti, e regala un sorso mai scontato e mai banale, pieno, ricco e sostanzioso, poi allo stesso tempo attraversato da gradevolissime sfumature sapide e minerali. È un Bianco di carattere, morbido nel gusto e ben calibrato in ogni più piccola connotazione.

Note di degustazione

IMG_20171203_130514.jpg
3-12-2017

Giallo paglierino intenso alla vista, con riflessi dorati al calice. Al naso è elegante e persistente, note floreali e fruttate la fanno da padrone, fiori d’acacia, biancospino,mela, pera e susina poi arricchito da piacevoli sfumature sapide e minerali a seguire un agrumato. Il gusto è in buona corrispondenza con l’olfatto, rivelandosi di buon corpo e di ottima persistenza.
Il 2°Orcia Doc 2012 , ci ritroviamo di fronte a un rosso lavorato al cesello, ottenuto da una base di uve sangiovese, cui è stato aggiunto una piccola parte di cabernet franc. Invecchiato per oltre un anno parte in tonneau e parte in barrique, viene assemblato in vasche di cemento, dopodichè andrà ad affinare ulteriori sei mesi in bottiglia. Intenso, caldo e morbido, è un Rosso dell’Orcia da non lasciarsi sfuggire.

Note di degustazione

IMG_20171203_130503.jpg
3-12-2017

Rosso granato la tonalità alla vista. Il naso è articolato e ben organizzato, caratterizzato da una bella speziatura, poi ricco di frutta a polpa rossa matura, ciliegia, prugna, melagrano, pepe nero, liquirizia e infine impreziosito da ricordi vegetali e da richiami al rosmarino. Al gusto risulta morbido e caldo, giustamente tannico e di buona persistenza.

 

Annunci

Pubblicato da

Sono un Maitre/Sommelier, dopo esperienze come all' Hotel Savoy di Londra nasce la passione per il vino .In Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier. Partecipo spesso a anteprime e degustazioni, mi piace approfondire e condividere. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.