Romanelli

Nell’iter legato alle visite in azienda, oggi è la volta della Cantina Romanelli. Ho conosciuto i vini dell’azienda, alcuni anni fa, rimanendone favorevolmente colpito. Nell’occasione della mia partecipazione all’ Anteprima Sagrantino, con amici e colleghi con i quali condivido la passione per il vino, mi sono recato in azienda. A riceverci Devis Romanelli, il quale con grande cordialità, professionalità e grande competenza ci ha donato enozioni su questo straordinario lembo di terra, sui vini da lui prodotti e sull’azienda. L’azienda vitivinicola Romanelli si trova in località San Clemente, a poca distanza dal centro abitato di Montefalco. Un luogo di una bellezza unica, senza pari. Gli ettari vitati sono otto, oltre ad un buon numero di piante d’olivo. Tra i filari posti ad un’altimetria che varia dai 250 ai 400 metri s.l.m., i vitigni coltivati a regime biologico sono il Sagrantino, il Sangiovese ed il Merlot, per i vitigni a bacca bianca, il Grechetto ed il Trebbiano Spoletino. La posizione a nord est gode di una buona ventilazione che consente di raccogliere le uve al momento giusto, per quanto riguarda il vitigno Sagrantino, addirittura a fine ottobre e talvolta ad inizio novembre. I suoli sono caratterizzati da terreni di matrice prevalentemente argillosa con sabbie e depositi alluvionali, che garantiscono condizioni ideali per la coltivazione della vite. Al timone dell’azienda oggi c’è colui che ci ha accolto: Devis Romanelli. Abbiamo degustato i vini da lui prodotti dell’annata 2020, per poi passare alla 2016 su una panoramicissima terrazza digradante verso Assisi, Spello, Spoleto, i Monti Martani ed i vigneti circostanti. Seguono note sensoriali dei vini da noi degustati:

Le Tese Doc Spoleto 2018 , ottenuto con 100% da uve di Trebbiano Spoletino, fermenta con le bucce per un periodo superiore ai 40 giorni, affina in acciaio con le proprie fecce e prima di essere immesso sul mercato, sosta in bottiglia per almeno 6 mesi, di un invitante colore giallo dorato, al naso sprigiona eleganti sentori di ananas, mango, papaya, pompelmo e fiori di campo, al palato è piacevolmente sapido e dotato di una buona vena fresca e una lunga persistenza aromatica.

Molinetta Montefalco Rosso Riserva 2016, ottenuto prevalentemente con Sangiovese con piccolo saldo di Merlot e Sagrantino, affina per un periodo di 24 mesi in botti di rovere francese da 225 l, seguono 18 mesi in bottiglia, di un bellissimo colore rosso rubino, al naso dipana eleganti sentori di violaciocca, frutti di bosco, amarena, prugna, tabacco e pepe nero, al palato è piacevolmente tannico, caldo e morbido e incredibilmente persistente.

Montefalco Sagrantino 2016, ottenuto con l’ omonimo vitigno, affina in botti di legno francese di varie dimensioni per 18 mesi, prima di essere immesso sul mercato, riposa 12 mesi in bottiglia, di un bellissimo colore rosso rubino con riflessi che virano sul granato, al naso libera eleganti sentori di mora, ribes e prugna impreziositi da note boisè e spezie dolci, al palato è pieno ed appagante, tannini poderosi ma setosi, sapido, equilibrato ed armonico, in bocca dura a lungo.

Medeo Montefalco Sagrantino 2016, ottenuto anch’esso con uve dell’ omonimo vitigno, dopo una lunga macerazione a contatto con le bucce, affina per 24 mesi in botti da 225 l e 18 mesi in bottiglia, di un invitante colore rosso rubino con riflessi granati, al naso è complesso e sprigiona eleganti sentori di amarena, foglie di tabacco, pepe, bacche di ginepro che vanno a seguire una scia balsamica, al palato ti colpisce per la sua avvolgenza, la sua bella trama tannica ben levigata, la sua sapidità e la sua interminabile persistenza aromatica. Ma che buon vino.

Montefalco Sagrantino Passito 2016, ottenuto con l’ omonimo vitigno con uve appassite per un periodo di 2 mesi, si eleva per 12 mesi in botti di legno francese, ne seguono 6 in bottiglia, di un bellissimo colore rosso rubino, anch’esso con sfumature che virano sul granato, al naso un tripudio di sentori che vanno da un ampio ventaglio di frutti di fosco, cannella, fichi, datteri e maracuja, al gusto è piacevolmente fresco con una dolcezza ben equilibrata alla trama tannica. Veramente la ciliegina sulla torta.

Per concludere, vorrei ringraziare Devis per il tempo a noi dedicato, per la buona accoglienza e per le prelibatezze dolci che ci ha fatto assaggiare assieme al Sagrantino Passito.

http://www.romanelli.se

Pubblicato da

Ho lavorato a lungo in qualità di Maitre d'Hotel e sono un Sommelier Professionista. Dopo esperienze lavorative in Hotels, è all' Hotel Savoy di Londra che nasce la passione per il vino. Dopo aver frequentato il corso vini al Savoy Training Center, al ritorno in Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier con AIS. Mi piace partecipare alle varie kermesse enoiche e degustazioni guidate, approfondire e condividere le mie esperienze in maniera semplice su questo Blog. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Sono curatore di una rubrica su Ristorazione & Ospitalità. Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.