Arneis Le Madri

Roero Arneis Docg Le Madri 2018 Az. Michele Chiarlo, ottenuto con 100% di uve Arneis, vinificato con la metodologia della pressatura soffice, seguita da una fermentazione di 15 giorni a 16-18C°, affina per un periodo di 3 mesi in acciaio sulle fecce. A livello sensoriale: si presenta nel calice con una bellissima tonalità giallo paglierino intenso e brillante, all’olfatto dipana eleganti sentori di frutta a polpa gialla con predominanza di note di pesca, frutti tropicali, fiori di acacia, gelsomino, fior d’arancia, impreziositi da note agrumate di kumquat, al palato ha un piacevole attacco fresco, ma al contempo è morbido e dotato di lunga persistenza aromatica, con un piacevole finale sapido. Un vino che ti invoglia ad un calice successivo.

L’azienda vitivinicola  Michele Chiarlo si trova a  Calamandrana nel cuore dell’astigiano a poca distanza da Canelli. Fondata nel 1956 da Michele Chiarlo, negli anni a seguire avrà uno sviluppo importante, acquistando vigneti nelle migliori zone del Piemonte. Oggi l’azienda vanta 110 ettari vitati nelle Langhe, nel Monferrato e Gavi. Spiccano alcuni tra i migliori Cru,  a Barolo: Cannubi e Cerequio, a Barbaresco: Asili e Faset  e a Nizza: La Court. Nei vigneti si trovano: Nebbiolo, Barbera, Dolcetto, MoscatoArneis e Cortese. Michele è affiancato dai figli Stefano e Alberto. I vigneti  vengono condotti attraverso la lotta integrata, un progetto che mira alla sostenibilità. In cantina grandi attenzioni per poter far esprimere il vitigno al meglio con il giusto affinamento in legno. Michele Chiarlo possiede Palás Cerequio un Wine Resort di lusso, sorge a La Morra presso l’omonima e antica borgata, al centro di una delle aree più vocate alla produzione del Barolo, uno dei più prestigiosi vini al mondo, ideale per coloro che vogliono concedersi qualche giorno di riposo ove il vino e al centro dell’ attenzione. Michele Chiarlo produce 25 etichette diverse, ognuna nella propria tipologia di eccellente qualità. Un produttore, il quale con il passar degli anni ha raggiunto grandi traguardi nell’ intero panorama vitivinicolo italiano e mondiale. Con amici e colleghi, con i quali condivido la passione per il nettare di Bacco, mi sono recato in azienda in quel di Calamandrana per una visita in cantina e degustazione di alcuni dei loro vini. Malgrado la visita è avvenuta di domenica pomeriggio, siamo stati accolti con grande cordialità e professionalità dal Sig. Alberto Colla: Social media &.Hospitality. La descrizione dell’ azienda è stata da me postata in altre occasioni, con differenti vini. All you need is wine

L’origine di questo vitigno a bacca bianca (Arneis), il cui nome nel dialetto locale significa “birichino” o “scapestrato”, si perde nella notte dei tempi: alcuni documenti lo legherebbero già fin dal Quattrocento al Roero, oggi terra privilegiata per la sua coltivazione. Dopo aver prosperato lungo i secoli, questo vitigno venne fatalmente colpito dalla crisi della viticoltura e dallo spopolamento delle campagne a cavallo delle due guerre mondiali. Alla fine degli anni Sessanta era ridotto a pochi filari sparsi tra quelli di Nebbiolo, perché i suoi acini dolcissimi e di precoce maturazione tenevano lontani gli uccelli dalle uve nere, più remunerative. È stata l’intuizione imprenditoriale di alcuni produttori a imporre un bianco di valore in una terra che sembrava destinata solo ai vini rossi e a ridare visibilità e prestigio a questo vino. N.B.la descrizione del vitigno deriva da: http://www.langhevini.it

Degustazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: