L’azienda vitivinicola Castello di Monsanto si trova nel comune di Barberino Tavarnelle in provincia di Firenze, all’interno dell’areale Chianti Classico. Un areale altamente vocato per la produzione di vini di eccellente qualità. Tutto ha avuto inizio quando Aldo Bianchi, prima della seconda guerra mondiale lascia la città natia e turrita di San Gimignano. Sarà nel 1960, di ritorno in Toscana per un matrimonio che si innamora del Castello di Monsanto. Un grande amore che dopo alcuni mesi lo porta ad acquistarlo. La grande passione del figlio Fabrizio nel dedicarsi alla vitivinicoltura assieme alla moglie Giuliana, lo portano ad impiantare nuovi vigneti e a produrre vini di eccellente qualità. L’azienda vanta circa 72 ettari vitati, tra i filari è il Sangiovese che la fa da padrone, ma si trovano anche due vitigni storici come il Canaiolo e il Colorino, per quanto riguarda gli alloctoni, alcune parcelle di Chardonnay e Cabernet Sauvignon. Da diversi anni la guida dell’azienda è passata a Laura Bianchi. Un’ azienda che ha saputo valorizzare  e interpretare un grande vitigno come il Sangiovese. Da anni l’azienda è sinonimo di qualità, si è sempre ritagliata ampi spazi e  consensi dalle più autorevoli riviste di settore con alti punteggi.

castello-di-monsanto
Foto dal sito aziendale

Lo scorso 1 marzo nell’occasione della tredicesima edizione di Terre di Toscana, bellissima kermesse che riunisce negli ampi saloni di Una Esperienza/ Versilia Lido molte eccellenze dell’omonima regione, mi sono presentato assieme ai miei amici al banco d’assaggio dell’azienda vitivinicola Castello di Monsanto, dietro al banco ho trovato Giampiero Lubino, con grande competenza e gentilezza ci ha fatto degustare e illustrato i vini portati per l’occasione. Conosco le etichette di questa prestigiosa azienda dal 1976, all’epoca ero troppo giovane per bere vino. Seguono note sensoriali di tre vini da me degustati:

castello-di-monsanto (1)
Foto dal sito aziendale

Fabrizio Bianchi Chardonnay 2018, si presenta nel calice con una bellissima tonalità giallo paglierino luminoso e brillante, al naso è complesso, libera raffinati sentori di mimosa e camomilla, che vanno a seguire una scia fruttata di pesca e di ananas. Al gusto è piacevolmente morbido, intenso con una giusta dose di freschezza. Ottimo 

Chianti Classico 2017 , ottenuto con 90% Sangiovese e 10% Colorino e Canaiolo, si presenta nel calice con una tonalità rosso rubino intenso con buona trasparenza, al naso dipana eleganti sentori di mora e ciliegia, di bacche di ginepro, di lavanda accompagnate da eleganti note di viola, rose e sussulti di tabacco.  Al gusto è contraddistinto   da una piacevole vena fresca, accompagnata da una morbida trama tannica. Finale duraturo.

Chianti Classico Gran Selezione Vigna Il Poggio 2015, ottenuto con 95% Sangiovese e 5% Colorino e Canaiolo, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino, accompagnato da una buona trasparenza, al naso ha una grande ricchezza aromatica, sprigiona raffinati sentori di amarena e piacevoli nuances speziate, poi di cuoio, tabacco, caffè e note mentolate. Al gusto è pieno, ti colpisce per la sua avvolgenza e interminabile persistenza.

IMG_20200301_122631.jpg
1 marzo 2020

Via Monsanto 8 – 50028 BarberinoTavarnelle (Fi) – http://www.monsanto@castellodimonsanto.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.