img_20200127_093904_5285980383056922829707.jpgLa Cantina Marchesi di Barolo si trova nell’omonimo comune, fondata nel 1807 da Carlo Tancredi Falletti, anno in cui sposò una nobildonna francese: Juliette Colbert Maulevrier. Alla fine dell’Ottocento fu acquistata da Pietro Abbona, attualmente è gestita dal nipote Ernesto. Vanta circa 200 ettari vitati nelle splendide colline langarole, in alcuni dei più prestigiosi Cru di Barolo e di Barbaresco, ma anche di Roero e Monferrato. I loro vini sono famosi in tutto il mondo per la loro eleganza. La famiglia coltiva rigorosamente vitigni autoctoni, Nebbiolo in primis, ma anche Barbera, Dolcetto,  Grignolino, Arneis, Moscato d’ Asti e Cortese. Una produzione che conta mediamente circa un milione di bottiglie ogni anno. Ogni volta che partecipo a kermesse enoiche e ove l’azienda  Marchesi di Barolo è presente, mi presento sempre molto volentieri al loro banco d’assaggio. L’ultima volta è stata qualche giorno  fa ad Alba nell’occasione di Grandi Langhe, una bellissima anteprima a poca distanza da Barolo e da Barbaresco. Seguono note sensoriali dei tre vini da me degustati ad Alba.

Per visitare il sito: http://www.marchesibarolo.com1200px-Barolo

Barbera d’Alba Doc Peiragal 2017, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino con riflessi  granato intenso e brillante. Al naso si percepiscono eleganti sentori  di ribes nero, frutti di bosco, nocciola tostata e vaniglia. Al gusto è di grande  piacevolezza, equilibrato ed armonico con tannini avvolgenti e morbidi. Un bel finale lungo e persistente.

Barbaresco Docg Rio Sordo Cascina Bruciata 2016, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso granato che abbraccia una buona trasparenza. Al naso sprigiona eleganti sentori di frutti di bosco, di tabacco , di viola, di tabacco e di liquirizia.  Al gusto è suadente con una trama tannica fitta ma al contempo ben levigata. Un gran bel sorso.

Barolo Docg  Sarmassa 2010, si presenta nel calice con una tonalità rosso granato deciso e molto trasparente. Al naso è  intenso, libera netti sentori di rosa di macchia, vaniglia, liquirizia e spezie le quali seguono una scia di resina di pino e di tabacco. Al gusto è pieno ed elegante, di buon corpo, con tannino in evidenza. Gradevoli sono lo speziato e la nota boisé che si fondono perfettamente. La sua persistenza è incredibilmente lunga.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.