img-20200113-wa00163420316192961427280.jpgL’azienda vitivinicola Rinaldi si trova nel cuore delle Langhe, a Barolo sulla strada che conduce verso Monforte d’Alba. Un’ azienda storica e a carattere familiare, vinifica esclusivamente l’uva prodotta dai vigneti di proprietà. A inizio ‘800, Battista Rinaldi era coltivatore di alcune vigne del Feudo dei Marchesi Falletti di Barolo. Nel 1890 divenne proprietario coltivatore ed, inizialmente, venditore dell’uva prodotta.View_of_Langhe_from_La_Morra Successivamente, con i figli, divenne vinificatore ed imbottigliatore. La stessa tradizione aziendale, di carattere e dimensioni artigianali, oggi continua con le figlie Carlotta e Marta, dopo la scomparsa di Giuseppe Rinaldi (chiamato, per il suo forte spirito critico e il suo rigore, anche con il nome di “Citrico”)  a fine anno del 2018. Da allora l’azienda  è  giunta alla sesta generazione. Le vigne di proprietà si trovano nei cru più rinomati del Barolo, come Brunate, Cannubi-San Lorenzo e Ravera, poste ad un altitudine di 320 metri s.l.m. e la famiglia Rinaldi ha da sempre avuto con i suoi vigneti e con il territorio un rapporto inequivocabile, nella tutela e nella valorizzazione. 

rinaldi-cantina

L’azienda produce Barolo per circa il 60%  e per il restante, vini piemontesi quali Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, Nebbiolo e Freisa delle Langhe, Ruchè. L’azienda produce mediamente ogni anno 38 mila bottiglie, prevalentemente Barolo. Gli ettari vitati sono circa 8 rigorosamente autoctoni, su terreni caratterizzati da microclima ed esposizione ottimali, secondo metodi prettamente biologici, la differenza la fanno anche tutti gli accorgimenti applicati nei vigneti.  Per la terza volta consecutiva mi sono presentato al banco d’assaggio di questa storica azienda langarola ad Assisi, nell’occasione di ViniVeri. Vini da me molto apprezzati, ma sicuramente anche da molti di voi che state leggendo. I vini da me degustati ad Assisi sono i seguenti:

1200px-Barolo

Langhe Doc Freisa 2018, si presenta nel calice con una tonalità rosso rubino intenso con riflessi granati, al naso sprigiona sentori di rosa, di lampone, di amarena, di fragolina di bosco, nuances di sottobosco e pepe. Al gusto è fresco con un tannino elegante, un vino piacevole e fine, di buona persistenza.

Barbera d’ Alba Doc 2018, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino intenso, al naso emergono sentori eleganti di frutti di bosco, di geranio, di mora  e di spezie dolci, al gusto è piacevolmente morbido con tannini fini, fresco e con una buona vena sapida.

Barolo Docg Brunate 2015, si presenta nel calice con una bellissima tonalità rosso rubino brillante, al naso si percepiscono netti ed eleganti  sentori di ciliegia fresca, menta, viola, erbe officinali, iodio, tabacco e nuances di cacao, di rosa appassita e uva passa, al gusto è pieno ed appagante, di qualità  e incredibilmente persistente. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.