Montefalco si trova in Umbria a sud di Perugia, e a pochi km da Assisi. È conosciuta soprattutto per il Vino. La favorevole posizione geografica gli è valso l’appellativo di “Ringhiera dell’Umbria “. Dai suoi punti panoramici si gode di una vista spettacolare su molte cittadine come Assisi, Spello, Foligno ,Trevi, Spoleto, Gualdo Cattaneo,e Bevagna. Sullo sfondo la suggestiva vista digradante verso l’Appennino, il Subasio e i Colli Martani. Su queste dolci colline si possono ammirare anche molti vigneti ed oliveti. Molti sono i  monumenti da visitare, ma il motivo della mia visita è stata “Enologica Montefalco”, una kermesse giunta alla sua 40esima edizione, una tre giorni ricca di eventi e degustazioni.img_20190914_1229458794048966115253416.jpg Ho partecipato il 14 settembre, iniziando con la presenza al convegno di “Slow Tourism”, svoltasi nel Complesso Museale San Francesco, per poi proseguire con la degustazione di 7 vini del territorio,  nella sede del Consorzio Tutela Vini Montefalco, presentati magistralmente da una Sommelier, nonchè Presidente di F.I.S. Umbria, bravissima e preparatissima davvero.img_20190914_1230374308391122854518467.jpg Prima di riprendere la via del ritorno verso casa, una fermata al Chiostro di S. Agostino, per degustare alcuni vini semplicemente presentandomi di fronte agli stands dei 32 produttori presenti .In degustazione molti vini , bianchi rossi e rosati, ottenuti con vari vitigni: Trebbiano Spoletino, Grechetto, Sangiovese ed altri vitigni autoctoni ed alloctoni. La mia attenzione si è concentrata però sul vitigno principe di Montefalco, avrete già capito, si il Sagrantino in versione secco e passito. Un vino ed un vitigno a mio avviso molto apprezzabile, in ambedue le tipologie, unico e straordinario.

IMG_20180220_150112
Quest’ immagine è stata scattata dal sottoscritto a febbraio scorso.

Alcuni cenni su questa perla enologica italiana, proveniente dal cuore d’Italia.Il Sagrantino è uno dei vitigni più antichi e conosciuti dell’Umbria. Un vitigno autoctono, molto noto con la tipologia “passito”, in versione dolce veniva servito durante le messe, probabilmente da qui potrebbe derivare il nome che da sagrestia, traslittera in Sagrantino. In questa area tra Assisi e Foligno ha trovato il suo habitat ideale. I comuni dell’area di produzione sono Montefalco, Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell’Umbria. Vinificato in purezza da vita a vini di grande struttura, ricchissimo il corredo di polifenoli e di tannini, questo vino ha una longevità straordinaria.
Necessita quindi di un lungo periodo di affinamento nel legno prima, nella bottiglia poi. Come ogni grande vino, nel 1992 arriva la meritata affermazione con il riconoscimento della Docg. Ogni produttore ha imparato molto bene a domare questa sua trama tannica, ottenendo vini di grande piacevolezza. Il tutto si riallaccia al termine“Slow”, quindi è importante attendere, sicuramente si è ripagati, ogni qualvolta ci troviamo di fronte ad un calice di Vino Montefalco Sagrantino. Grande Vino, prodotto in lembo di terra di impareggiabile bellezza.

img_20190914_1212153357698015049757783.jpg
All’ interno del Complesso Museale San Francesco
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.