blog

La Toscana fa man bassa

Quest’anno la Toscana ha ottenuto grandi risultati con l’autorevolissima rivista americana Wine Spectator. Otto etichette italiane tra le prima 20 della Top 100 , di cui 6 Toscane e all’ 11esimo posto si è piazzato il Vino Nobile di Montepulciano dell’azienda Carpineto con la Riserva 2013. Un Nobile che ho degustato qualche mese fa, e vedere che adesso ha avuto questo importante riconoscimento, da Toscano e appassionato di vini mi riempie di gioia.IMG_20180210_152237

Si presenta nel calice con un bel colore rosso rubino con riflessi leggermente tendenti al granata. All’olfatto mette in risalto i sentori tipici, la viola mammola, la ciliegia matura, il mirtillo, il cuoio che vanno a seguire nuances boisè e balsamiche. Al gusto ti colpisce per il suo tannino nobile e una freschezza che ti fa presagire che adesso è in forma smagliante, ma ci potrà dire ancora molto in futuro. La sua persistenza è incredibilmente lunga. Un gran Vino Nobile di Montepulciano questa Riserva. Ottimo equilibrio gusto-olfattivo.

 

L’azienda si trova a Montepulciano, un comune italiano di circa 15.000 abitanti della provincia di Siena in Toscana.th (27) Il comune è posto a 605 metri sul livello del mare, in un lembo di terra incastonato tra la Valdichiana e la Val d’Orcia, ai confini con  la Regione Umbria. Di antica e lunga storia, Montepulciano ha origini dal popolo degli Etruschi a partire dal IV secolo a.C.  Montepulciano è nota soprattutto per la ricchezza dei suoi vigneti da dove si ricava il Vino Nobile, uno dei più pregiati vini rossi italiani. th (16)La consacrazione di questo vino arriva nel 1685, quando Francesco Redi nel suo celebre ditirambo Bacco in Toscana conclude i versi dedicandogli “Montepulciano d’ogni vino è Re”. Bevuto durante i pasti dei signori, gli è valso l’appellativo di “Nobile”. Con la nascita della Doc nel 1966 e le nuove esigenze del disciplinare, i produttori hanno fatto un vero e proprio cambiamento con nuove cantine e riconverzione di nuovi impianti nei vigneti. Seguirà nel 1980 il riconoscimento della Docg assieme ad altri vini importanti come il vicino Brunello di Montalcino, il Barolo ed il Barbaresco. A causa di un minore periodo d’ invecchiamento, è stato immesso per primo sul mercato con la fascetta di Stato.  Vino di straordinaria qualità, molto apprezzato, che trova estimatori in Italia e in tutto il resto del Mondo. I terreni migliori sono stati individuati nelle zone di Caggiole, Sanguineto, Gracciano e Cervognano. Il vitigno principale è il Sangiovese, denominato a Montepulciano “Prugnolo Gentile”, per un minimo del 70%. Possono inoltre concorrere fino ad un massimo del 30% i vitigni complementari a bacca rossa idonei alla coltivazione nella Regione Toscana, purchè i vitigni a bacca bianca non superino il 5%.        http://www.carpineto.com

th (26)

All you need is wine

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.