Monza Wine Experience 2021 saluta e dà appuntamento al 2022

Monza Wine Experience 2021 saluta e dà appuntamento al 2022
Conclusa con la cena di gala in Villa Reale la III edizione di MONZA WINE EXPERIENCE
Quasi raddoppiate le presenze per l’aperitivo nelle boutique. In leggero calo la vendita dei ticket di via Bergamo e masterclass per i capricci del meteo

Si è conclusa domenica 19 Settembre con la grande soirée in Villa Reale la Terza Edizione della “Monza Wine Experience”, la manifestazione che dal 13 ha portato in città i colori e i sapori tipici della Vendemmia, accogliendo – nei diversi appuntamenti – cultori e appassionati di vino alla scoperta di eccellenti vini Italiani e d’oltralpe.
Quasi raddoppiato il numero di presenze nelle boutique del capoluogo brianteo. Sono stati oltre 3800 i calici “alzati” nei migliori negozi del centro storico durante l’aperitivo, furono circa 2mila lo scorso anno: ciononostante l’appuntamento sia stato spostato da giovedì a venerdì a causa delle forti piogge del primo giorno della kermesse vinosa. Quest’anno, infatti Monza Wine Experience ha dovuto rinunciare al tradizionale brindisi inaugurale, proprio per la perturbazione che si è abbattuta sulla città.
Non meno soddisfacente il risultato della cena di gala in Villa Reale alla quale hanno partecipato 220 ospiti per non perdere il privilegio di sedersi nelle sale della reggia elegantemente apparecchiata (vedere foto allegate). Gli organizzatori che avevano inizialmente previsto un numero non superiore a 180 persone hanno dovuto rivedere il conteggio iniziale per accontentare il maggior numero possibile di appassionati. A rendere magica l’atmosfera oltre ai saloni monumento, le creazioni di grandi chef: Fabio Silva del Derby Grill dell’Hotel de la Ville di Monza; Claudio Sadler del ristorante omonimo di Milano; Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno; Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri di Firenze; Alessandro Negrini del Luogo di Aimo e Nadia di Milano ed Enrico Cerea di Da Vittorio a Brusaporto. La serata ha visto in abbinamento ai
piatti degli chef le bollicine metodo classico del Consorzio della Franciacorta; il vermentino etichetta nera di Lunae; il Furore bianco doc della Costa d’Amalfi di Marisa Cuomo; La Poja Igt Veneto di Allegrini (solo in formato magnum) e una selezione di vinsanto del Chianti Classico con bottiglie invecchiate indietro negli anni fino al 1983.
«Nel 2019 la prima edizione “Monza Wine Experience” è stata una grande scommessa che oggi possiamo dire di aver vinto – commenta l’Assessore al Commercio Massimiliano Longo. Un successo dovuto ai contenuti di questo evento che è stato capace di coinvolgere la città portando il messaggio che il vino è cultura e, soprattutto, è un patrimonio di tutti. Abbiamo pensato a un linguaggio nuovo per raccontare il mondo del vino e dei territori di produzione. Offrire a tutti esperienze e valore è la forza del successo di “Monza Wine Experience”».
I numeri, nonostante il maltempo della serata

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è oip-17.jpg

inaugurale e di domenica pomeriggio, spiegano bene il successo della manifestazione: già nella serata d’apertura ufficiale, il 17 settembre, oltre 3.800 persone hanno goduto una Monza di fine estate, arricchita da punti di degustazione open air presidiati dalla professionalità dei Sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier -AIS.

La Monza Wine Experience si era avviata il 13 settembre con i menù con vini in abbinamento predisposti da sedici tra i migliori ristoranti di Monza. In questi sette giorni di appuntamenti dedicati al gusto, i ristoratori hanno dato il meglio di sé, proponendo speciali menù degustazione costruiti per meglio esaltare le caratteristiche dei vini partner del progetto.
Le Masterclass, tenute sotto le suggestive arcate dell’Arengario, sono state seguite da oltre 180 persone. Il fitto calendario di questi incontri ha portato la giusta dose di charme e professionalità tra i molti calici della manifestazione. In questi appuntamenti gli ambassador delle case vinicole, insieme ai Sommelier di AIS e al giornalista e critico gastronomico Aldo Fiordelli, hanno accompagnato con competenza e passione il racconto di quei territori, storie e tradizioni che stanno dietro alle grandi etichette della nostra penisola. Sold out il cooking show di Giancarlo Morelli in collaborazione con l’associazione Le Soste e il suo risotto al levistico abbinato a due vini. Sold out la Masterclass sullo Champagne domenica nonostante la pioggia battente.
Grande emozione sabato mattina per l’assaggio di riso all’oro di Gualtiero Marchesi con tanto di certificato consegnato a quanti si erano prenotati e hanno avuto la possibilità di assaggiarlo, durante la celebrazioni dei 40 anni di questa mitica ricetta milanese al centro del libro: Risotto alla milanese, il piatto della tradizione interpretato dai migliori osti e chef.
Bene, nonostante il tempo, anche il risultato degli eventi di wine tasting on the road di Calici sotto le stelle e Wine & Street Food di Via Bergamo e Piazza Carrobiolo. In queste occasioni, sono stavi versati e degustati oltre 5.000 calici di vino, confermando che la manifestazione ha pienamente centrato l’obiettivo di rivolgersi a un profilo selezionato di cultori e appassionati di vino, nel rispetto del consumo consapevole di alcol e delle regole antiCovid19.
Le date di MONZA WINE EXPERIENCE 2022 saranno comunicate nei prossimi giorni.
CASE VINICOLE – Le Case Vinicole che hanno partecipato alla Monza Wine Experience sono: Allegrini, Argiolas, Ayala, Banfi, Bastianich, Cantina Lunae, Castelfeder, Cecchi, Consorzio Chianti Classico, Consorzio Moscato di Scanzo, Franciacorta, Letrari, Marisa Cuomo, Podere Don Cataldo, Rainoldi, Tenuta Fertuna, Val delle Rose
BOUTIQUE – Le Boutique che hanno partecipato alle Degustazioni in Boutique sono: Andros, Antognelli, ARC Gallery, Brian&Barry – Donna, Brian&Barry – Uomo, D’Augusta Gioielli, Enoteca Meregalli, Farmacia Duse, Il Cortiletto, Laura Pessina, Le Perle, Madame Sicò, Malberti Gioielli, Nenette, Ottica Barzaghi, Paolo Pessina, Remida, Rinascente, Trend
RISTORANTI – I Ristoranti che hanno preparato gli speciali Menù con vini in abbinamento sono: Alla Stanga, Bolle Pizzeria, Burlington, Civico 13 Taglieritivo, Da Bacco, Derby Grill, Dom, Era Pizza, Gren, I Toscano, La Cantina della Monaca, La Salumeria e il Mare, Mulino a Vino, Orso Bruno, Osteria del Cavolo, Pizzeria del Centro.


Monza Wine Experience è un progetto ideato e realizzato da Visionplus, event & communication agency con oltre quindici anni di esperienza, capace di spaziare con creatività, estro e rigore professionale tra diverse tipologie di progetti nell’ambito della comunicazione e degli eventi. http://www.visionplus.it Visionplus basa le proprie attività su una mission imprescindibile: trasformare ogni progetto in una realizzazione unica e memorabile. Il suo approccio è caratterizzato dalla cura di ogni singolo dettaglio, dalla particolare attenzione alle esigenze di comunicazione e da una forte sensibilità per l’aspetto emotivo. Ogni progetto diventa così veicolo di messaggi tagliati su misura, un momento coinvolgente, un’esperienza in
linea con i trend attuali e aperta alle novità del contemporaneo. http://www.visionplus.it
AIS – Associazione Italiana Sommelier, fondata nel 1965, si prefigge lo scopo di qualificare la figura professionale del Sommelier e di diffondere, nonché valorizzare, la cultura del vino attraverso attività di carattere didattico ed editoriale. La collaborazione con MWE porta a raggiungere l’obiettivo di trasmettere la cultura del bere bene, di divulgare tecniche di servizio, degustazione e abbinamento cibo-vino, conoscenze utilissime nella vita di tutti i giorni e negli scambi culturali.

Fonte: Daniela Mugnai Ufficio stampa Visionplus – monzawinexperience@visionplus.it

Pubblicato da

Ho lavorato a lungo in qualità di Maitre d'Hotel e sono un Sommelier Professionista. Dopo esperienze lavorative in Hotels, è all' Hotel Savoy di Londra che nasce la passione per il vino. Dopo aver frequentato il corso vini al Savoy Training Center, al ritorno in Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier con AIS. Mi piace partecipare alle varie kermesse enoiche e degustazioni guidate, approfondire e condividere le mie esperienze in maniera semplice su questo Blog. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Sono curatore di una rubrica su Ristorazione & Ospitalità. Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.