VINO. AL VIA EMILIA WINE EXPERIENCE, IL PROGETTO DI DESTINAZIONE ENOTURISTICA DELL’EMILIA

On line il portale del progetto di destinazione che coinvolge circa 30 partner del territorio

Emilia Wine Experience: un territorio e i suoi prodotti uniti per la prima volta per raccontare insieme le eccellenze

Raccontare attraverso l’esperienza un intero territorio. E’ questo l’obiettivo del progetto “Emilia Wine Experience” che è on line sul portale ufficiale www.emiliawineexperience.it

Turismo a portata di clic è il valore aggiunto di un progetto di sistema turistico dell’agroalimentare

Da agosto a settembre tra vino ed eccellenze del territorio: on line gli appuntamenti del gusto

www.emiliawineexperience.it E’ l’indirizzo per accedere a uno dei territori con più DOP e IGP d’Italia, l’Emilia, per la prima volta raccolto in un progetto di promozione turistica che parte dalle eccellenze agroalimentari. “Emilia, terra di capolavori enogastronomici dove la vita si gusta e si sorseggia” è il filo conduttore e al contempo motore di questo progetto che vede per la prima volta uniti venti comuni raccolti in tre province (Piacenza, Parma e Reggio Emilia), cinque Strade dei Vini e dei Sapori dell’Emilia, due Consorzi di tutela, un’Associazione locale. In tutto sono circa trenta i partner del territorio emiliano che per la prima volta si sono uniti sotto un unico ombrello, quello che prende il nome, appunto, di Emilia Wine Experience. L’innovativa iniziativa, nata per costruire un brand territoriale attraverso le proprie eccellenze, è finalmente accessibile on line dal portale ufficiale che, con una grafica accattivante, invita nei territori delle eccellenze il turista appassionato. «Parlare di un territorio attraverso le proprie eccellenze agroalimentari è una cosa che in Emilia è sempre riuscita bene – spiega Elisabetta Virtuani, presidente della Strada della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini, capofila del progetto – farlo unendo tutte le eccellenze di questo pezzo d’Italia è una’esperienza nuova, ma che oggi è necessaria per accogliere il turista, sempre più preparato in materia di sapori, nel migliore dei modi».

Un portale che è una guida del territorio attraverso i propri sapori, anche con una CARD. Il sito è una vera e propria mappa del territorio attraverso le eccellenze enogastronomiche. A partire dal calendario di eventi del territorio che valorizzano i singoli prodotti, il portale si sviluppa poi nella scoperta dei vini e dei prodotti alimentari che nascono sotto l’ombrello dell’Emilia Wine Experience, per passare poi ai territori (quindi le strade dei sapori e dei vini e i singoli comuni partner dell’iniziativa, fino ad arrivare alla EWE Card, una vera e propria chiave di accesso a tutti gli eventi e a un mondo più semplice per scoprire l’Emilia dei sapori. Con questa card (a breve disponibile in versione digitale attraverso il sito) si potranno scegliere tra visite e degustazioni in azienda, cene in vigna, picnic in villa, aperitivi al tramonto, cooking class, bike&taste tour e molto altro. Centinaia di etichette di vino e di prodotti agroalimentari, racconti di produttori, esperienze in vigna o in azienda per capire la ricchezza enogastronomica e la bellezza paesaggistica del territorio Emiliano. Con la sua attivazione avrai diritto allo sconto del 10% su tutte le esperienze offerte e sull’acquisto di vino, altri prodotti agroalimentari e servizi delle aziende che aderiscono.

Gli eventi di agosto e settembre. Intanto sono già disponibili alcuni grandi appuntamenti con vino e prodotti d’eccellenza in calendario nel mese di agosto e settembre. Tra questi si parte dal 6 agosto con Calici di Stelle a Ziano Piacentino (Pc), Emilia Wine Tasting Experience il 10 agosto a Compiano, poi Calici in Rocca a Scandiano il 31 agosto e 7 settembre. Sempre vino protagonista nelle degustazioni guidate al Valtidone WineFest, al via a Borgonovo Val Tidone dal 4 settembre, poi a Ziano l’11 settembre e Alta Val Tidone il 18 settembre. Non possono mancare le degustazioni guidate al Festival del Prosciutto di Langhirano l’11 settembre e al Festival del Fungo Porcino di Borgotaro il 17 settembre. Tanti altri appuntamenti sono in via di aggiornamento e all’interno del portale sarà arricchito il cartellone di eventi del territorio interessato dal progetto Emilia Wine Experience.

Emilia Wine Experience è un progetto di costruzione di un brand territoriale distintivo che parte dalle eccellenze enologiche di Emilia per la creazione di un forte connubio territorio-vino-turismo come leva competitiva per la valorizzazione dei territori lungo le 5 Strade Vini e Sapori di Emilia delle province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia. Un modello di sviluppo locale che unisce prodotti di qualità e territori di qualità. Il progetto mira a far emergere e mettere a sistema le iniziative/esperienze di qualità già esistenti nei diversi territori dedicate ai vini di Emilia, creando scambi e interconnessioni tra le diverse aree di produzione, lavorando su una comunicazione unica integrata del progetto, costruendo nuovi format di promozione/esperienza del vino e nuovi itinerari/prodotti di turismo enogastronomico legati a tematiche specifiche, che potranno essere lo strumento di promo-commercializzazione dell’offerta di Emilia Wine Experience.

Le attività. Il progetto mira alla costruzione nei diversi territori coinvolti delle tre province di itinerari del vino da percorrere tra valli, vigneti e luoghi storicoartistici dei nostri Colli, quali ad esempio i Borghi Medioevali. Gli itinerari potranno essere trasformati e utilizzati come spunto per la costruzione di pacchetti turistici e proposte vacanza fatte di esperienze vere da promuovere attraverso agenzie di viaggi, tour operator e fiere di settore. Il progetto prevede inoltre la creazione di un calendario unico di eventi enogastronomici per ogni stagione nei diversi territori: appuntamenti, esperienze ed eventi legati al mondo del vino, ma anche iniziative legate ai prodotti tipici dove il vino sarà inserito con format ad hoc di degustazione e abbinamento per promuovere il brand Vini di Emilia.

L’elenco di tutti i partner. Comuni di Piacenza: Alta Val Tidone, Borgonovo Val Tidone, Castel San Giovanni, Fiorenzuola d’Arda, Lugagnano Val d’Arda, San Pietro in Cerro, Vernasca, Ziano Piacentino. Comuni di Parma: Albareto, Bedonia, Borgo Val di Taro, Calestano, Compiano, Corniglio, Langhirano, Lesignano Dè Bagni, San Secondo Parmense, Soragna, Varano Dè Melagari. Comune di Reggio Emilia: Scandiano. Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma (Pr), Strada del Culatello (Pr), Strada del Fungo Porcino di Borgotaro (Pr), Strada del Po e dei Sapori della Bassa Piacentina (Pc), Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli Piacentini (Pc), Consorzio di tutela dei vini Doc Colli Piacentini, Consorzio volontario per la tutela dei Vini dei Colli di Parma, Sentiero d’Arte Torrechiara-Langhirano Odv.

Piacenza, 28 luglio 2022 C.s. 04

Fonte e Contatti stampa: Alessandro Maurilli  | Tel. +39 320 7668222  | a.maurilli@almapress.net

Pubblicato da

Scrivo su questo blog per passione, sono un sommelier professionista e appassionato del mondo enoico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.