Cuvage Asti DOCG Millesimato 2014 e 2017 selezionati da Jancis Robinson nella collezione di spumanti tardivi per il 2021

Cuvage Asti DOCG Millesimato 2014 e 2017 selezionati da Jancis Robinson nella collezione di spumanti tardivi per il 2021
 
Acqui Terme (AL), 25 novembre 2021 – La Casa Spumantiera piemontese Cuvage è stata premiata dalla famosa wine critic britannica Jancis Robinson con le annate 2014 e 2017 di Cuvage Asti DOCG Millesimato. La cantina del gruppo Mondodelvino, fondata nel 2011 ad Acqui Terme, è l’unica realtà piemontese presente nella selezione di spumanti tardivi per il 2021 classificati nella rinomata piattaforma mediatica del vino. Le annate 2014 e 2017 di Cuvage Asti DOCG Millesimato (100% Moscato Bianco), hanno ricevuto entrambe 17,5 punti su 20 e rappresentano l’unico Asti presente tra i 157 vini elencati: un risultato importante per la denominazione Asti DOCG che vede rappresentata nell’azienda Cuvage l’eccellenza dei grandi spumanti italiani.

Recensioni integrali di Tamlyn Currin:
 
Cuvage Asti DOCG Millesimato 2014 – 0,75 L – 17.5 punti
Sto davvero assaggiando un Asti di sette anni?! Questo è abbastanza straordinario. È come guaiave dorate pressate ed essiccate, marmellata di fichi dorati, marmellata di alchechengi e susine bianche. È così elegante, arioso e spumoso che sembra un tutù di balletto di Degas con strati e strati di tulle immersi in un bagno di bolle, che vorticano sotto i riflettori. C’è quasi una cremosità, quasi una ricchezza; lime e matcha frullati su gelato al limone e yogurt. È, francamente, stupendo. È questa la nuova frontiera dell’Asti? Buon vino?
 (Tamlyn Currin)
 7% alc. vol Shelf life 2019 – 2025

Cuvage Asti DOCG Millesimato 2017 – 0,75 L – 17.5 punti
Ho assaggiato questo insolito Asti all’inizio di quest’anno, non molto tempo dopo la sboccatura. Sette mesi dopo, ha sviluppato più intensità, più profondità e ha un’energia eccitante, di contralto. Il frutto è diventato più dorato e il vino si sente più scolpito in bocca. C’è un tocco di gesso alla pesca, di calda brioche spennellata di burro, di latte e scorza di limone, di frangipani e piccoli fichi verde oro, contornati da una lunga foglia di lime e una fresca luminosità di mela e menta. La lunghezza e persistenza di questo vino ti sorprendono. È davvero un Asti eccezionale. A giudicare dal 2014, questo rimarrà in cantina molto più a lungo di quanto pensassi inizialmente.
(Tamlyn Currin)
7% alc. vol Shelf life 2021- 2026

www.smstudiopr.it/it/news/dettagli/cuvage-asti-docg-millesimato-2014-e-2017-premiato-dalla-wine-critic-jancis-robinson.html

Fonte: Ufficio Stampa & PR: smstudio srl
Stefania Mafalda press@smstudiopr.it
Martina Tramontin  martina.tramontin@smstudiopr.it

Pubblicato da

Ho lavorato a lungo in qualità di Maitre d'Hotel e sono un Sommelier Professionista. Dopo esperienze lavorative in Hotels, è all' Hotel Savoy di Londra che nasce la passione per il vino. Dopo aver frequentato il corso vini al Savoy Training Center, al ritorno in Italia ho frequentato i tre livelli da Sommelier con AIS. Mi piace partecipare alle varie kermesse enoiche e degustazioni guidate, approfondire e condividere le mie esperienze in maniera semplice su questo Blog. Mi piace inoltre calpestare vigneti e visitare aziende vitivinicole. Sono curatore di una rubrica su Ristorazione & Ospitalità, rivista ed organo ufficiale dell'AMIRA, la quale mi ha recentemente nominato "Cavaliere dell'Ordine Enogastronomico di Santa Marta ". Altra grande passione è lo sci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.