Anno 2019, tutti i premi della Cantina San Michele Appiano.
Il più premiato è Appius 2014, il “vino da sogno” di Hans Terzer, la cui sesta edizione Appius 2015, presentata lo scorso 9 ottobre alla Milano Wine Week, ha già guadagnato il massimo punteggio da Gardini Notes nello speciale dedicato all’Alto Adige. Ottimi risultati anche per la novità Pinot Noir Riserva The Wine Collection 2015, la sfida “in rosso” del winemaker della “cantina eccellenza” dell’Alto Adige.

Appiano (BZ) 28 ottobre 2019 – Un 2019 ricco di soddisfazioni per la Cantina San Michele Appiano. Numerosi i riconoscimenti conferiti dalle più prestigiose testate del mondo del vino alla “cantina eccellenza” dell’Alto Adige, tra cui ultimo in ordine di assegnazione è il punteggio di 100 da Gardini Notes, nello speciale Alto Adige, ad Appius 2015 il nuovissimo capolavoro di Hans Terzer presentato lo scorso 9 ottobre alla Milano Wine Week.shulthaus.jpeg

È Appius 2014, la quinta edizione dell’esclusiva Cuvée, il vino più premiato. È tra i 100 Migliori Vini Bianchi d’Italia, con un punteggio di 5 bottiglie, nella Guida Vini de L’Espresso 2020 e al tredicesimo posto nella classifica dei 50 migliori vini d’Italia al BIWA 2019. In particolare, il concorso ideato da Andrea Grignaffini e Luca Gardini, rivela che Appius 2014 è al secondo posto in classifica tra i vini premiati dell’Alto Adige. La guida I Vini di Veronelli 2020 premia “il vino da sogno” di Hans Terzer con 97 punti e le ambite “Tre Stelle Oro”, aggiungendosi alle eccellenti valutazioni ottenute in precedenza: 97+ punti da Gardini Notes, 97 punti da James Suckling, 98 punti da Falstaff, 94 punti da Robert Parker – The Wine Advocate, Quattro Viti dalla guida vini Vitae, 5 grappoli da Bibenda.

cantina san michele.jpeg

Il Sauvignon “The Wine Collection” 2016, altro vino bianco d’alta gamma della Cantina San Michele Appiano, è “Best of Sauvignon Blanc” dell’Alto Adige con 96 punti nella guida Falstaff, nella top 10 di Bibenda 2020 con 5 grappoli e primo tra i Sauvignon altoatesini per Gardini Notes con 98+ punti. Guadagna inoltre le “Tre Stelle oro” di Veronelli con un punteggio di 95 e 94 + punti da Robert Parker – The Wine Advocate.

Anche la personale “sfida in rosso” di Hans Terzer, con il lancio del Pinot Noir Riserva 2015 nella limitatissima The Wine Collection, può dirsi vinta: Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, lo proclama il “Miglior Pinot Nero 2020” con 96 punti e a confermarne il successo ci sono i 96+ punti di Gardini Notes, i 95 punti di Falstaff, i 94 punti di Robert Parker – The Wine Advocate, le Quattro Viti assegnate da Vitae e i 5 grappoli di Bibenda.

DA APRILE AD OTTOBRE: TUTTI I VINI PREMIATI

Procedendo in ordine cronologico, il primo importante risultato arriva subito dopo il Vinitaly, con l’inserimento di due etichette della Cantina San Michele Appiano all’interno della guida I migliori 100 vini e vignaioli d’Italia di Luciano Ferraro e Luca Gardini, grazie alle eccellenti valutazioni ottenute: Appius 2014 (97+ punti) e Pinot Noir Riserva “The Wine Collection” 2015 (96+ punti).

La seconda tornata di riconoscimenti è tra maggio e giugno. Wine Enthusiast sottolinea l’eccellenza di 3 vini bianchi della Cantina San Michele Appiano, tra cui il Pinot Bianco Schulthauser 2018 ottiene il punteggio più alto (94 punti), seguito dal Pinot Grigio Anger 2018 (92 punti), il Pinot Bianco Sanct Valentin 2016 (90 punti) e il Riesling Montiggl 2018 (90 punti). James Suckling mostra grande apprezzamento non solo per Appius 2014 (97 punti), ma anche per i rossi, come il Pinot Noir Riserva Sanct Valentin 2016 (93 punti) e il Lagrein Riserva Sanct Valentin 2016 (93 punti), e i bianchi come Chardonnay Merol 2018 (92 punti), Pinot Bianco Schulthauser 2018 (91 punti), Sauvignon Lahn 2018 (91 punti), Pinot Grigio Anger 2018 (91 punti), Riesling Montiggl 2018 (90 punti). A premiare tre vini bianchi con alti punteggi anche Decanter: Pinot Grigio 2018 (92 punti), Pinot Bianco Schulthauser 2018 (91 punti), Riesling Montiggl 2018 (90 punti).

Tra agosto e settembre, alle eccellenti valutazioni di Robert Parker – The Wine Advocate, si aggiungono i Tre Bicchieri del Gambero Rosso al Pinot Bianco Sanct Valentin 2017 e gli ottimi punteggi di Luca Maroni al Gewürztraminer Sanct Valentin 2018 (97 punti), al Pinot Bianco Sanct Valentin 2017 (96 punti) e al Pinot Grigio Sanct Valentin (96 punti).

La tornata finale ad ottobre, con le cinque bottiglie della guida de L’Espresso 2020 ad Appius 2014 e i 100 punti di Gardini Notes ad Appius 2015, sancisce un anno ricco di nuovi successi e importanti conferme per la “cantina eccellenza” dell’Alto Adige.Cantina centenaria.jpeg

Fonte: Ufficio Stampa & PR
smstudio srl | stefania mafalda

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.